Instagram: @sarinastefanini, @controverso.dizionario
Website: www.sarastefanini.com

1. What’s your story? Where are you from?

Hallo! My name is Sara Stefanini and I am a Swiss illustrator who lives and works in Milan, Italy. I work as well in Art Direction and Graphic design. 

Ciao! Mi chiamo Sara, sono un’illustratrice Svizzera che vive e lavora a Milano. Mi occupo anche di Art direction e Graphic design. 

2. Tell us about your aesthetic.

I love linear forms, strong contrasts and simple compositions for this reason I work on simplification and immediacy of images. I want the idea to be the protagonist of the scene and no decorative element should distract from the meaning I want to give it.
It’s important to me that the images I create elicit a thought, a reflection, highlighting the idea that generated it. 

Amo le forme lineari, i contrasti forti e le composizioni semplici, per questo lavoro sulla semplificazione e l’immediatezza delle immagini. L’idea è la protagonista della scena e nessun elemento decorativo deve distrarre dal significato che voglio esprimere. È importante per me che le immagini che creo suscitino un pensiero, una riflessione e mettano in luce l’idea che l’ha generata. 

3. What is your favourite medium and why?

At the moment, I am using digital technique on my I-pad, which allows me to be quick in execution and respect delivery times. They are often very tight! But I love to get my hands dirty so graphite pencils and watercolors make me lose the conception of time. 

In questo momento sto usando molto il digitale sul mio I-pad che mi permette di essere rapida nell’esecuzione e rispettare i tempi di consegna. Spesso e volentieri sono strettissimi. Amo però sporcarmi le mani, le matite di graffite e gli acquarelli mi fanno perdere la concezione del tempo. 

4. What is your artistic process like?

I love to design. The creative process behind the image, building visual solutions that best describes what I want to say.

As I said earlier, the idea is the most important part for me. I begin a project thinking about the theme and what ideas I want to convey. The image begins to be defined in the form of a thought and only when it is totally complete I can start to draw. From this moment the process is to clean the frills, understand what should be highlighted and what should be removed to make the composition effective and immediate. Sometimes, the idea stays in my head for days, if I can’t get it out, I do something else. I take a walk, I read, I observe everything around me, I meet my friends. I let my mind to reach a solution by synthesising the stimuli I’m giving it. 

Amo progettare. Il processo creativo dietro l’immagine, costruire soluzioni visive che possano descrivere al meglio la mia Idea. Come ho detto poco fa, l’idea per me è la parte più importante. Dunque inizio pensando.

L’immagine comincia a definirsi sotto forma di pensiero e solo quando è totalmente completa posso riportarla sulla carta. Da questo momento il processo è quello di pulire dai fronzoli, capire cosa va messo in risalto e cosa va tolto per rendere la composizione efficace e immediata. A volte l’idea resta per giorni nella mia testa, se non riesco a farla emergere, faccio altro. Una passeggiata, leggo, osservo tutto ciò che mi sta attorno, vedo i miei amici. Lascio che il “ retro pensiero” raggiunga una soluzione sintetizzando gli stimoli che gli sto fornendo. 

5. Who and/or what inspires your work? 

Anything has a visual, sound, olfactory impact on me. Anything who activates the attention of my senses. Now with this pandemic situation and the limitations the lockdown it brings, it becomes harder to find inspiration. Contacts with people are reduced and the moment of observation remains mostly introspective. This is a pity. But it may be a good time to digest what we have stored up to now. I’m making metaphors about food, not just because I’m hungry (I always have it) I suppose because it is definitely one of my sources of inspiration, I love cooking. 

Qualunque cosa abbia un impatto visivo, sonoro, olfattivo. Qualunque cosa attivi l’attenzione dei miei sensi. Ora con questa pandemia in corso e le limitazioni che questa comporta, diventa più difficile trovare ispirazione. I contatti con le persone sono ridotti e il momento di osservazione resta per lo più introspettivo. Questo è un peccato. Ma può essere un buon momento per digerire ciò che abbiamo immagazzinato fino ad ora. Sto facendo metafore sul cibo, non solo perché ho fame ( ce l’ho sempre) suppongo perché sicuramente è una delle mie fonti di ispirazioni, amo cucinare. 

6. What role does art play in your life? How does it change the way you view the world?

The main role. It takes dedication and a lot of research to open the mind and remain curious about the world so I can’t totally separate art from my life. There are no breaks, but how free does it make you feel? So to conclude, I think that my way of seeing the world has been influenced by art, but also what I do is constantly influenced by my life and the world around me. 

Il ruolo principale. Ci vuole dedizione e molta ricerca per tenere la mente aperta e rimanere curioso del mondo, quindi non posso separare completamente l’arte dalla mia vita. Non ci sono pause, ma quanto puoi sentirti libera? Quindi per concludere penso che il mio modo di vedere il mondo sia stato influenzato dall’arte, ma anche quello che faccio sia costantemente influenzato dalla mia vita e dal mondo. 

7. Where did you study?

I studied in Milan. First at the Art Academy of Brera and then at IED. 

Ho studiato a Milano. Prima all’accademia d’arte di Brera e poi allo IED.

8. Where do you see yourself in five years?

Five years run very fast, I would say that I see myself continuing what I am doing, that I like and makes me feel happy 

5 anni passano in un soffio, direi che mi vedo continuare quello che sto facendo, che mi piace e mi rende felice. 

9. What about in ten?

Ok, ten years is a long time. I think doing too many projections doesn’t make you see what’s in front of you. I aim to be happy, whatever does it means. 

Ok, 10 anni sono tanti. Penso che fare troppe proiezioni non ti faccia vedere quello che hai sotto gli occhi. Punto ad essere felice, qualsiasi cosa voglia dire. 

10. What do you hope to achieve with your art?

I would like to improve my work with a commission that can bring an interesting challenge to take me out of my comfort zone and …of course, win some important competition. 

Vorrei migliorare il mio lavoro con una commissione che possa essere una sfida interessante per portarmi fuori dalla mia zona di comfort e … ovviamente vincere qualche concorso importante. 

11. Now, tell us a little more about you as a person: what is your favourite food?

Pizza. I now, I’m a good person.

Pizza. Lo so sono una bella persona. 

12. Favourite book?

Stoner by J.E Williams
It made me realize that every life has an interesting story to tell, if you know how to tell it. 

Stoner di J.E Williams
Perchè mi ha fatto capire che ogni vita ha una storia interessante da raccontare, se sai come raccontarla. 

13. Favourite genre of music? 

I can’t really answer that question because I don’t have a favorite musical genre. I listen a lot of music. I can tell you that my passion takes me ( actually, before the Covid) to see many live shows. The last concerts I saw were: Editors, Cat fish and the bottle man, Glen Hansard, Cigarette after sex, The Winstons (a psychedelic italian band) Marck Lannegan, Alice Phoebe Lou, Dente ( an Italian singer-songwriter), Micheal Kiwanuka, Nérija and these are only the concerts I saw between November 2019 and January 2020. Unfortunately the list has not extended much because of Covid, but I’m waiting to see Bon Iver that has already been moved 2 times. Fingers crossed. 

Non posso rispondere davvero a questa domanda perché non ho un genere musicale preferito, però ne ascolto parecchia. Posso dirti che la mia passione mi porta ( mi portava prima del Covid) a vedere tanti live. Gli ultimi concerti che ho visto sono stati: Editors, cat fish and the bottle man, Glen Hansard, Cigarette after sex, The Winstons ( una band psycadelica italiana) Marck Lannegan, Alice Phoebe Lou, Dente ( un cantautore italiano), Micheal Kiwanuka, Nérja, e questi solo i concerti visti tra novembre 2019 a gennaio 2020. Purtroppo la lista si è allungata poco per via del covid, ma sto aspettando di vedere Bon Iver che è già stato spostato 2 volte. Incrociamo le dita. 

14. What are your hobbies? 

I study Pole dance, and I hope that the gyms reopen soon to continue. I am learning Ukulele, bad but with attitude. 

Studio Pole dance, e spero che le palestre riaprano presto per poter continuare. Sto imparando l’Ukulele, male ma con classe. 

15. If you weren’t an artist, what would you be?

I’d probably play drums in a band. Damn, I’d be dealing with art anyway.

Probabilmente suonerei la batteria in una band. Dannazione, avrei a che fare con l’arte comunque.